Come preparare gli e-liquid in casa

Come preparare gli e-liquid in casa.

Dopo anni di buio o quasi, il mondo dello svapo è tornato a risplendere offrendo agli appassionati della sigaretta elettronica una vasta gamma di prodotti, dai più semplici ed adatti ai novizi dello svapo, fino ad arrivare ad articoli che richiedono una profonda conoscenza della legge di ohm, basata sulla resistenza elettrica e su parametri quali volt, ohm, watt e ampere.

Altro argomento strettamente legato al mondo dello svapo sono gli e-liquid: liquidi che assorbiti dal cotone, a contatto con la resistenza, evaporano nel momento in cui questa diventa incandescente grazie all'energia trasmessa da una o più batterie che alimentano la Mod. Esistono migliaia di liquidi pronti per la nostra sigaretta elettronica ma ai più smanettoni è stata data la possibilità di creare il proprio liquido partendo da ingredienti base: glicole propilenico, glicerolo vegetale, nicotina (dove presente) e aromi composti principalmente da glicole propilenico. Esistono 2 possibilità di creare il proprio liquido: partendo da una base prefatta quindi con glicole, glicerolo e nicotina (dove presente) già miscelati a cui va aggiunto solo l'aroma, oppure partendo letteralmente da zero componendo così la nostra "miscela" utilizzando, in percentuali differenti in base alle nostre esigenze, i prodotti precedentemente elencati.

Es: se volessimo ottenere 100 ml di una base molto densa, tipica del cloud chasing (grossa produzione di vapore a discapito della resa aromatica) andremmo a miscelare un 80% di glicerolo vegetale con un 20% di glicole propilenico, ottenendo così una base Neutra 80/20. Il glicerolo conferisce al vapore cremosità e consistenza, il glicerolo è necessario per l'aromaticità, seguendo questo discorso tenendo conto di ciò che è stato scritto fino ad ora, se volessimo un eliquid altamente aromatico che non produca un' enorme quantità di vapore dovremmo miscelare un 50% di glicole propilenico con un 50% di glicerolo vegetale, creando così un liquido base equilibrato adatto anche ad atomizzatori con un basso pescaggio (la capacità di assorbire il liquido), dato che liquidi troppo densi sono assorbiti con difficoltà da alcuni atomizzatori.

Alla base neutra, che sia essa già pronta o preparata da noi, va infine aggiunto l'aroma composto interamente da glicole propilenico, ciò va a modificare la struttura della base, favorendo l'aromaticità di quest'ultima a discapito della produzione di vapore. Passaggio molto importante nella realizzazione dei liquidi è la maturazione ovvero lasso di tempo in cui il liquido "riposa" rigorosamente lontano dalla luce solare che potrebbe alterarne le caratteristiche; durante questo periodo l'aroma lega con gli elementi della base Neutra, ogni categoria di aromi ha una propria percentuale di diluizione e un proprio periodo di maturazione, alcuni liquidi sono pronti dopo sole 48 ore di maturazione, altri necessitano periodi più lunghi fino ad arrivare a settimane d'attesa per poter essere svapati.

La scelta del proprio liquido è del tutto soggettiva e cambia in base alle esigenze del vaper, solitamente un liquido molto denso è adatto ad atomizzatori con grosse capacità di pescaggio, liquidi meno densi sono invece consigliati per atomizzatori di dimensioni inferiori, solitamente più adatti ad uno svapo da guancia che va a riprodurre più o meno fedelmente il classico tiro di sigaretta.

Autore: Montesano Francesco


Write a comment

Note: HTML is not translated!